Il Cerchio Creativo

«Un tempo ci si riuniva in cerchio per discutere, per danzare, per condividere. Il cerchio di persone fa sì che nessuno è a capo della situazione ma tutti sono chiamati con la propria individualità a dare forma e anima al cerchio, tutti possono guardarsi negli occhi e offrire la bellezza che li abita dentro.»

Il Laboratorio è felice di presentare una nuova iniziativa: il CERCHIO CREATIVO. Anzi, non è nuova, siamo alla seconda edizione! Il primo ciclo era partito il 28 febbraio 2020… ma dopo il primo incontro avevamo dovuto sospendere tutto a causa dell’emergenza coronavirus.

Ma ora finalmente si riparte!

L’IDEA

«Il Cerchio Creativo» è un ciclo di incontri completamente gratuiti e aperti a tutti – donne e uomini di tutte le età – dove potersi sperimentare con diverse tecniche artigianali.

Ci mettiamo in CERCHIO perché il sapere delle mani passa simbolicamente da una persona all’altra, perché è un’esperienza circolare in cui ognuno può offrire e può ricevere qualcosa.

E’ un percorso CREATIVO nel quale l’abilità di ogni partecipante prende forma attraverso un gesto manuale capace di suscitare emozioni, sensazioni, reazioni sempre diverse. Non bisogna saper cucire o avere altri particolari talenti per creare insieme, per esplorare la propria manualità e per stuzzicare la fantasia.

I laboratori sono guidati da volontarie che si alternano e mettono a disposizione tempo e capacità per farne patrimonio comune.

La sede di questi incontri è il Laboratorio solidale Da tutti i Paesi, un luogo che nasce proprio con l’intento di favorire la socializzazione e il benessere della persona attraverso il veicolo della creatività.

I materiali sono forniti dal Laboratorio ma invitiamo i partecipanti a portare i propri materiali di recupero (nastri, tessuti, carte, bottoni, ecc.)

La partecipazione agli incontri è libera. Il numero massimo di partecipanti per ogni giornata è di circa 10-12 persone. Per partecipare è necessario mandare una mail a: datuttiipaesi@gmail.com

CHI SIAMO

Il Laboratorio  solidale “Da tutti i Paesi” è un progetto nato dall’esperienza di Casa Betania, storica casa famiglia romana, e gestito dalla cooperativa sociale L’Accoglienza Onlus.

mamma bomboniere

E’ un luogo speciale dove donne italiane e immigrate in situazioni di disagio sociale hanno la possibilità di svolgere un lavoro creativo in un ambiente accogliente e protetto. Ricevono una formazione umana e professionale nel settore della sartoria, dell’artigianato e del confezionamento di bomboniere solidali. In parallelo si svolge un corso di tessitura con telaio manuale riservato ad alcune mamme affiancate da un’insegnante esperta.

Il Laboratorio ospita anche il punto vendita del progetto, presso il quale vengono vendute le tante creazioni realizzate dalle mamme, insieme a prodotti artigianali e alimentari del commercio equo e solidale.

CALENDARIO DEGLI INCONTRI

* BORO SASHIKO

  • Mercoledì 21 settembre – ore 15.30-18.30
  • Mercoledì 28 settembre – ore 15.30-18.30

Il boro sashiko è un’antica e tradizionale tecnica di cucito giapponese, nata nel nord del paese nel XVII sec tra le popolazioni rurali; divenne in poco tempo una delle arti manuali più conosciute e popolari del Giappone. La tecnica era anticamente usata per l’assemblaggio di pezzi di tessuto ancora utilizzabili o il rammendo di kimono usurati, chiamati Boro Boro.

Col passare del tempo il boro sashiko si è evoluto molto, acquisendo nuovi criteri e denominazioni, diventando una raffinata tecnica ornamentale ad ago.

Nel boro sashiko sono racchiusi i tipici principi estetici ed etici della cultura giapponese, come la bellezza dell’imperfezione, la sobrietà, ma anche il minimalismo e la semplicità. Un aspetto importante di questa filosofia è l’avversità allo spreco e l’attenzione alle risorse, al riuso di oggetti e tessuti d’uso quotidiano, al loro riciclo. Unendo delle pezze di stoffa e ricamandoci sopra punti semplici e regolari si ottengono effetti incantevoli e sempre diversi.

* STENCIL

stencil
  • Mercoledì 5 ottobre – ore 15.30-18.30
  • Mercoledì 12 ottobre – ore 15.30-18.30

La tecnica dello stencil consiste nel ricavare su un supporto rigido una maschera in negativo dell’immagine che si vuole creare. La medesima immagine viene riprodotta su una superficie attraverso l’applicazione di vernice o altro materiale colorante sulle parti mancanti del supporto.

Il termine ‘stencil’ deriva con ogni probabilità dal francese étinceler che significa letteralmente ‘brillare’. La fortuna dell’uso di questa tecnica decorativa risale al XIX secolo, ma alcuni studiosi ritengono che fin dalla preistoria gli uomini usassero lo stencil per decorare le caverne.

Nel Medioevo i pittori italiani la utilizzavano come base per affreschi, mentre in Francia per decorare carte da gioco, libri e tessuti. Ma la vera culla dello stencil è il Nord Europa, dove nell’800 è diventato una vera e propria arte. E da decenni spopola tra gli artisti della street art, tra cui il celebre Banksy.

* AMIGURUMI

  • Mercoledì 19 ottobre – ore 15.30-18.30
  • Mercoledì 26 ottobre – ore 15.30-18.30

Amigurumi, letteralmente “giocattoli lavorati all’uncinetto” o, talvolta, a maglia) è l’arte giapponese di lavorare all’uncinetto o a maglia piccoli animaletti o creature antropomorfizzate. Il nome è il risultato della combinazione delle parole giapponesi ami, che significa lavorare a maglia o all’uncinetto, e nuigurumi, che significa peluche o creatura di pezza.

Le creazioni fatte con la tecnica amigurumi sono costruite rispecchiando due valori estetici giapponesi: wabisabi e kawaii.

Il primo sta ad indicare tutto ciò che è semplice e “domestico” infatti questi pupazzi sono composti da forme geometriche molto semplici e basilari. Kawaii invece è l’apprezzare soggetti “carini”, dolci e teneri, una pratica che in Giappone è molto in voga.

* SCRAPBOOKING

scrapbooking
  • Mercoledì 2 novembre – ore 15.30-18.30
  • Mercoledì 9 novembre – ore 15.30-18.30

Lo scrapbooking è un hobby che nasce dall’amore per il mondo della carta. Ha origine nel 1800 in Germania, ma sono stati gli Stati Uniti a renderlo popolare in tutto il mondo, compresa l’Italia.
Biglietti, inviti, album e molto altro ancora vengono arricchiti con abbellimenti che includono decorazioni di vario tipo da aggiungere e mescolare a piacere.
Il bello è… che non ci sono delle vere regole! Le idee possono essere molte, basta essere carichi di colla, forbici e fantasia. Oltre alla carta, si possono utilizzare i materiali più svariati come il sughero, scampoli di stoffe, bottoni, washi tape e ritagli di carta, e farsi aiutare dalla fustellatrice, un affascinante macchinario che permette di effettuare tagli, incisioni e rilievi per risultati di grande effetto e soddisfazione.


Scarica il volantino e il calendario dei corsi in formato jpg:

Seguici e condividi